13 luglio 2013 Patologie Nessun commento - Commenta ora

Psoriasi e fototerapia

La psoriasi è una malattia cutanea non contagiosa ad andamento cronico recidivante, che colpisce fino il 3% della popolazione, con una componente ereditaria.

È caratterizzata da chiazze e placche eritematose e desquamanti, ben circoscritte con localizzazioni tipiche a gomiti, ginocchia, cuoio capelluto, glutei e dorso, ma anche regioni palmo plantari, determinate da un aumentato turn-over cellulare dei cheratinociti dell’epidermide e da una componente infiammatoria sottostante.

La fototerapia UVB è un trattamento largamente utilizzato per curare varie malattie della pelle tra cui vitiligine e psoriasi.

La radiazione UVB usata a scopo terapeutico emette una lunghezza d’onda compresa tra 300 e 313 nm. Penetrando meno profondamente rispetto agli UVA tradizionali, l’attività degli UVB risulta efficace e sicura.

La microfototerapia svolge una duplice azione antinfiammatoria e regolatrice della crescita cellulare, determinano dopo poche sedute un miglioramento clinico che si traduce in una decisa riduzione della componente eritematosa e una riduzione “palpabile” dello spessore della chiazza. Una volta determinata la dose di UVB necessaria al trattamento della chiazza, a seconda della gravità, sede e fototipo, la fibra ottica viene posta in contatto diretto con la cute e vengono irradiate tutte le chiazze in modo uniforme.

Durante la seduta stessa il paziente indosserà dei particolari occhiali di protezione per evitare il passaggio della luce e potrà stare comodamente seduto o sdraiato sul lettino.

Non si tratta di una terapia dolorosa, non richiede l’utilizzo di farmaci e il paziente potrà tornare a svolgere il proprio lavoro senza particolari problemi.

La microfototerapia dà numerosi vantaggi. Fa assorbire una quantità di radiazioni inferiore anche a 1.000 volte rispetto quella che viene captata dall’organismo con un trattamento integrale, preserva le aree di cute sana e non aumenta il contrasto cromatico tra l’epidermide non malata e quella affetta.

Attualmente la fototerapia rappresenta una delle scelte terapeutiche più efficaci e sicure nel trattamento della psoriasi in placche localizzata.

Simona Schianchi Scritto da

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *